MINIMALISMO COME ANTIDOTO AL CONSUMISMO

da

Ti è mai capitato di desiderare una cosa con tutte le tue forze? Di penarti e sacrificarti per riuscire ad avere un oggetto ad ogni costo? E poi, nonostante aver ottenuto ciò che volevi, renderti conto di: NON ESSERE FELICE!?

Spesso ho sentito persone affermare: “se avessi quella macchina sarei più felice”, “se vivessi in quella casa allora sarei davvero contento”, “se avessi più soldi non sarei mai più triste”.

Non credo che sia così! 

Viviamo in un un mondo che continuamente ci bombarda di pubblicità, che ci invoglia ad acquistare prodotti. Comprare per essere felice, possedere per sentirsi meglio. I messaggi che ci inviano ogni giorni i mass media sono chiari, vogliono dirci: “devi avere questa cosa perché ti serve, perché ne hai bisogno. Ce l’hanno tutti e quindi devi averla anche tu!”

Tutto questo ci porta a comprare cose che non ci servono, con la speranza e l’illusione di poter essere un giorno felici. Certo, fare un acquisto probabilmente genera un qualche sentimento di gioia ma, solo nell’istante in cui si sta comprando. E’ una felicità fugace che dura pochi attimi e poi scompare. Per questa ragione tendiamo a spendere soldi in altri oggetti, inutili, accumulando roba superflua. Inoltre, aumentando il nostro desiderio di possedere e creando un circolo vizioso infinito. 

Accumulare è una vera malattia sociale e pericolosa.

IL POSSESSO E’ SOPRAVVALUTATO

Senza rendersene conto ci si ritrova invasi da cianfrusaglie. La maggior parte mai usate e che, con molta probabilità, mai si useranno. Si acquistano prodotti di cui non si ha realmente bisogno perché consigliati da una società malata. Un mondo basato sul consumismo in cui si producono una quantità elevata di beni e servizi che devono a tutti i costi essere venduti.

L’obiettivo è quello di vendere, omologando le persone ad uno standard ben preciso in modo tale da poter smerciare uno prodotto al massimo e a più persone possibili. Il risultato è che tutti comprano qualcosa. Tutti comprano la stessa cosa. Possedere è il modo più semplice per essere accettati in questa società. E’ la soluzione più facile per apparire e per avere l’approvazione di chi ci sta intorno.

Dobbiamo continuamente assecondare la necessità di omologazione e di approvazione che ci pervade.

Il consumismo è ciò che ci spinge a comprare più cose di quelle che realmente ci servono. Compriamo e accumuliamo. E, quando non si ha la possibilità di acquistare qualcosa si arriva addirittura a creare una nuova tendenza. Noleggiare o affittare. Auto, gioielli, abiti da sera, opere d’arte, fidanzate. Di tutto. Un modo per possedere a termine ciò che non si può avere per sempre. Per mettersi in mostra e godere di quei 5 minuti di passerella per poter solo sfiorare la felicità. 

MINIMALISMO COME ANTIDOTO AL CONSUMISMO

Se vi sentite stressati, ansiosi, infelici, è normale. State impiegando tutte le vostre energie in azioni che non aggiungono in alcun modo valore alla vostra vita. Siete intrappolati in una gabbia creata dalla società che vi priva totalmente della libertà. Dovete trovare il coraggio di cambiare e di riprendere in mano la vostra vita!

Il minimalismo è un movimento che se applicato nella vita di tutti i giorni, può essere in grado di risolvere i problemi derivati dal consumismo. Ma: “in che modo si diventa minimalista?”

Si sceglie di essere minimalista! Nel momento in cui ci si rende conto di essere arrivati ad un punto estremo e di essere costantemente infelici. 

Il pensiero minimalista è molto semplice da comprendere: eliminare il superfluo per lasciare spazio a ciò che realmente conta. Questo permette di ritrovarsi a proprio agio nella semplicità, di circondarsi delle sole cose necessarie, che generano sentimenti positivi dentro di noi e, di riscoprire la vera essenza della vita. 

Se vuoi saperne di più leggi: 10 BUONI MOTIVI PER DIVENTARE MINIMALISTA

Ho scelto di essere minimalista. Di applicare questo pensiero in tutte le aree della mia vita. Inutile dire che, il cambiamento è stato inevitabile. Iniziando dalle piccole cose fino ad arrivare agli aspetti più importanti, liberarmi di ciò che non apportava un reale valore alla mia vita mi ha reso una persona libera. E’ stata una trasformazione che ha apportato qualcosa di davvero positivo nella mia quotidianità.

Il minimalismo mi ha restituito delle energie e una concentrazione che quasi credevo di non avere più o, addirittura, di non avere mai avuto. Questa forza interiore posso adesso impiegarla per concentrarmi sulle mie reali necessità, su ciò che davvero conta nella mia vita. Ho riscoperto il vero significato della parola felicità ed è per questo che adesso vivo la mia vita al massimo. Riesco a focalizzarmi sulle mie vere esigenze, sugli obiettivi che voglio raggiungere, sulle relazioni che meritano di essere vissute. Su tutti quegli aspetti che considero importanti e fondamentali per la mia esistenza. 

Sono arrivata a possedere quello che mai avrei immaginato: la consapevolezza di avere abbastanza. 

MENO E’ MEGLIO:

Less is more

Un approccio minimalista alla vita ti da modo di essere te stesso, di vivere la vita che desideri e di circondarti solo di ciò che genera un effetto positivo dentro di te. La felicità non risiede in un oggetto e tanto meno nel numero di cose possedute. Risulterà strano a qualcuno e, per altri invece, una frase quasi scontata ma: meno si possiede e più si è ricchi.

Se vuoi realmente essere felice, non ti resta che trovare dentro di te il coraggio di cambiare. Comincia da ora, subito, niente più scuse. Inizia ad essere realmente consapevole delle tue decisioni. Scegli come, quanto e da quali mass media farti influenzare. Diventa un consumatore consapevole.

Ogni acquisto genera una conseguenza non solo all’interno della nostra vita ma, anche dall’altra parte del mondo. Ogni prodotto che compriamo ha un impatto sociale e ambientale su qualcosa o qualcuno. Abbiamo tra le mani un’arma potente che se utilizzata con coscienza può fare la differenza, cambiare la nostra esistenza e anche quella di qualcuno molto distante da noi. Questa potente arma è: il potere di acquisto.

Quando ti ritroverai a dover acquistare qualcosa poniti delle semplici domande: “questo è davvero ciò che mi serve?”, “l’oggetto che sto per comprare apporterà valore alla mia vita?”, “è il modo più sostenibile per poter ottenere ciò che mi serve?” 

La soluzione al consumismo c’è, esiste! Ed è la strada più semplice da percorrere. E’ il sentiero che ti conduce alla felicità vera. 

MINIMALISMO come antidoto al consumismo 

 

Il minimalismo è il mezzo attraverso il quale è possibile iniziare a liberarsi di ciò che non è indispensabile alla nostra esistenza. Il pensiero minimalista ti da modo di riscoprire i veri valori della vita e di prendere coscienza di ciò che ci accade intorno ogni giorno

Informati, sii curioso, vai alla scoperta di altre realtà e modi più sostenibili di concepire la tua vita. Vivi nel modo che desideri, acquista solo ciò di cui hai realmente bisogno e quando davvero credi che sia il momento di farlo. Essere un consumatore consapevole significa non lasciarsi incantare dalle grandi catene e multinazionali. Vuol dire prendere le decisioni che riguardano la propria esistenza in maniera indipendente. Bisogna smettere di essere succubi e vivere in modo passivo. Solo cominciando a vivere la vita in modo cosciente si potrà essere davvero felici!  

E’ PER TUTTE QUESTE RAGIONI CHE CONSIDERO IL MINIMALISMO COME UN ANTIDOTO AL CONSUMISMO!

Riprendi in mano la tua vita, riscopri la semplicità. Elimina il superfluo, acquisisci consapevolezza delle scelte che prendi e, soprattutto, inizia a goderti la tua LIBERTA’

Se stai cercando degli spunti per iniziare il tuo percorso di cambiamento e di crescita personale, ti consiglio di leggere 10 BUONI MOTIVI PER DIVENTARE MINIMALISTA e 10 LIBRI DI CRESCITA PERSONALE ESSENZIALI una lista con i testi per me più importanti che mi hanno letteralmente cambiato la vita. 

Questo libro è davvero illuminante e spero che possa esserti di aiuto!

PROVA GRATIS KINDLE UNLIMITED 

Per 30 giorni puoi leggere gratis ciò che vuoi.

Avrai accesso illimitato a oltre 1 milione di libri.

Se vuoi più informazioni ti basterà cliccare sull’immagine.

ALTRI ARTICOLI CHE TI POTREBBERO INTERESSARE

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest